BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA
Visualizzazione post con etichetta allerta meteo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta allerta meteo. Mostra tutti i post

sabato 17 giugno 2017

Caldo; Consigli per limitare i rischi alla salute

È arrivato il periodo del caldo, che fa segnare temperature massime anche oltre i 40°C. L'aria rovente può causare gravi danni alla nostra salute. Ecco le dieci regole comportamentali in grado di limitare l’esposizione alle alte temperature, facilitare il raffreddamento del corpo ed evitare la disidratazione, ridurre i rischi nelle persone più fragili
1) Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata. Evitare di uscire all’aria aperta dalle 11 alle 18. Altrimenti non dimenticare di proteggere il capo con un cappello di colore chiaro, gli occhi con occhiali da sole, la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo.
2) Indossare un abbigliamento adeguato e leggero. Sia in casa che all’aperto, indossare abiti leggeri, non aderenti, preferibilmente di fibre naturali per assorbire meglio il sudore e permettere la traspirazione della cute.
3) Rinfrescare l’ambiente domestico e di lavoro. Schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle, persiane, tende, ecc. Chiudere le finestre durante il giorno e aprirle durante le ore più fresche della giornata. Se si utilizza l’aria condizionata, ricordarsi di alcune precauzioni per evitare conseguenze sulla salute e eccessivi consumi energetici. In particolare, si raccomanda di utilizzarli preferibilmente nelle giornate con condizioni climatiche a rischio, di regolare la temperatura tra i 24 e i 26°c, di coprirsi nel passaggio da un ambiente caldo a uno più freddo, di provvedere alla loro manutenzione e alla pulizia regolare dei filtri, di evitare l’uso contemporaneo di elettrodomestici che producono calore e consumo di energia.
4) Ridurre la temperatura corporea. Fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnarsi viso e braccia con acqua fresca. In casi di temperature molto elevate porre un panno bagnato sulla nuca.
5) Ridurre il livello di attività fisica. Nelle ore più calde della giornata evitare di praticare all’aperto attività fisica intensa o lavori pesanti.
6) Bere con regolarità e alimentarsi in maniera corretta. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno (salvo diversa indicazione del medico curante). Gli anziani devono bere anche se non ne sentono il bisogno. Evitare di bere alcolici e limitare l’assunzione di bevande gassate o troppo fredde. Mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua (frutta e verdura). Porre particolare attenzione alla conservazione degli alimenti ed evitare di lasciarli all’aperto per più di 2 ore.
7) Adottare alcune precauzioni se si esce in macchina. Se si entra in un’auto parcheggiata al sole, prima di salire aprire gli sportelli, poi iniziare il viaggio a finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione. Prestare attenzione nel sistemare i bambini sui seggiolini di sicurezza, verificare che non siano surriscaldati. Quando si parcheggia la macchina non lasciare mai, nemmeno per pochi minuti, persone o animali nell’abitacolo.
8) Conservare correttamente i farmaci. Leggere attentamente le modalità di conservazione riportate sulle confezioni dei farmaci e conservare tutti i farmaci nella loro confezione, lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta. Conservare in frigorifero i farmaci per i quali è prevista una temperatura di conservazione non superiore ai 25-30°c.
9) Adottare precauzioni particolari in caso di persone a rischio. Quando arriva il gran caldo, le persone anziane, con patologie croniche (cardiovascolari, respiratorie, neurologiche, diabete ecc) e le persone che assumono farmaci, devono consultare il medico per un eventuale aggiustamento della terapia o della frequenza dei controlli clinici e di laboratorio (ad esempio per i diabetici è consigliabile aumentare la frequenza dei controlli glicemici); segnalare al medico qualsiasi malessere, anche lieve, che sopraggiunga durante la terapia farmacologica; non sospendere mai di propria iniziativa la terapia in corso.
10) Sorvegliare e prendersi cura delle persone a rischio. Nei periodi prolungati di caldo intenso, prestare attenzione a familiari o vicini di casa anziani, specialmente se vivono da soli e, ove possibile, aiutarli a svolgere alcune piccole faccende, come fare la spesa, ritirare i farmaci in farmacia, ecc. Segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento, come persone che vivono in situazioni di grave indigenza o di pericolo per la salute (es. I senza tetto in condizioni di grave bisogno).

lunedì 11 luglio 2016

Meno male, è Arrivata l'estate; adesso può Andare

Ci sono 4 stagioni, inverno, primavera, estate ed autunno.
Teoricamente hanno tutte un lato positivo, ed un lato negativo, segnano lo scorrere del tempo, delle nostre festività e dei nostri orari lavorativi.
Sono l'orologio della terra.

Ovviamente non succede mai che l'inverno duri 3 mesi, che la primavera altri 3.... e così via, così discorrendo.
Quest'anno l'inverno è arrivato a Febbrario, ed è durato fino a marzo, poi fra aprile e maggio c'è stato l'autunno ed ora, siamo "finalmente" entrati nell'estate.

lunedì 16 maggio 2016

Anche aprile è stato il più caldo mai registrato

/Un report della Nasa ha appena confermato  che l’aprile appena trascorso è stato il più caldo mai registrato e anche  il periodo gennaio-aprile è stato di gran lunga il più caldo da quando l’uomo registra le temperature. Il margine con il quale aprile 2016 ha battuto il record precedente per aprile è tre volte più grande (0,24 ° C) rispetto a qualsiasi margine di un precedente record di aprile (il più grande è stato 0,08 ° C).

mercoledì 30 marzo 2016

La religiosità della Terra invece delle trivelle. E grazie per il quorum


Le trivelle non sono uno scherzo bensì una sorta di rivisitazione simbolica del martirio di santo Sebastiano. Lui, trafitto dalle frecce romane mentre è attaccato al palo come Prometeo alla roccia, è in estasi e non sente né dolore né teme la morte. La forza del pennello, dunque, eguaglia quella divina.

domenica 8 febbraio 2015

Allerta Meteo, domani neve a palate sulle coste del Sud


Massima Allerta Meteo per le prossime ore al Sud: confermata la violenta irruzione gelida proveniente dalla Scandinavia, le temperature crolleranno già da stasera dopo le 20 nelle Regioni Adriatiche, dopo le 22 anche al Sud e nella notte in Sicilia.

lunedì 8 dicembre 2014

ALLERTA NEVE

08/12/2014 lunedì 16:01 - 08/12/2014 16:01 Maltempo: allerta neve, temporali e forti venti 8 dicembre 2014 Un ulteriore impulso freddo, che dalla serata di oggi interesserà il nord-ovest italiano, porterà un aumento della ventilazione dai quadranti settentrionali e un generalizzato calo termico, con conseguente precipitazioni nevose a quote collinari su basso Piemonte ed entroterra ligure, oltre ad una successiva instabilità sulle due isole maggiori e sulla Calabria

sabato 6 dicembre 2014

Meteo, freddo e maltempo: l’inverno inizia a fare sul serio


Arriva l’inverno, e inizia subito a fare sul serio: senza gelo, freddo record, grandi nevicate o situazioni meteorologiche eccezionali, sia chiaro. Almeno sull’Italia. Ma comunque arrivano freddo e maltempo con nevicate fino a bassa quota anche nel nostro Paese, già nei prossimi giorni.

domenica 30 novembre 2014

ALLERTA METEO

30/11/2014 domenica 18:00 - 30/11/2014 18:00 Maltempo: allerta per gran parte del Paese 30 novembre 2014 Criticità rossa su Liguria di ponente La perturbazione atlantica che, come annunciato ieri, è giunta sul nostro territorio e che sta interessando inizialmente le regioni del nord, si estenderà poi anche al centro-sud,

sabato 29 novembre 2014

SOS COLDIRETTI: CALDO RECORD IN ITALIA, 3 GRADI IN PIU' A NOVEMBRE

Il mese di novembre ha fatto segnare un caldo record in Italia con la colonnina di mercurio che è stata superiore di oltre tre gradi alla media della temperature minime, con effetti sui comportamenti degli uomini, degli animali e delle piante. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Ucea (ex Ufficio centrale di ecologia agraria) relativi ai primi venti giorni del mese, dopo che anche lo scorso ottobre è stato particolarmente caldo con temperature minime superiori di 2,8 gradi alla media in tutto il Paese.

martedì 25 novembre 2014

COMUNICATO STAMPA PROTEZIONE CIVILE

25/11/2014 martedì 12:00 - 25/11/2014 12:00
Numeri solidali: siglato il protocollo tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori 25 novembre 2014 Il Dipartimento della Protezione Civile, gli operatori della telefonia e della comunicazione hanno formalizzato il protocollo d’intesa per l’attivazione e la diffusione dei numeri solidali per la raccolta di fondi da destinare alle popolazioni colpite da calamità naturali. Grazie a questo protocollo – cui aderiscono, senza fini di lucro, Rai, SKY Italia, Mediaset, La7, RCS, Telecom Italia, Vodafone, Wind, Fastweb, H3G, Tiscali, Noverca, COOP, Postemobile, TWT,

lunedì 17 novembre 2014

BOLLETTINO CRITICITA' MARTEDI' 18/11

17/11/2014 lunedì 16:00 - 17/11/2014 16:00 PER LA GIORNATA DI DOMANI, MARTEDÌ 18 NOVEMBRE 2014: ELEVATA CRITICITA' PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU: EMILIA ROMAGNA: Pianura di Parma e Piacenza, Pianura di Modena e Reggio Emilia, Pianura di Bologna e Ferrara; LOMBARDIA: Pianura Orientale, Pianura Occidentale;

ALLERTA METEO

Di seguito vi riportiamo il Bollettino dell'Aeronautica Militare: AVVISO EMESSO ALLE ORE 12.00/UTC DEL 17/11/2014 FENOMENI INTENSI ENTRO LE PROSSIME 12/18 ORE: - PER LE PROSSIME 06/12 ORE SI PREVEDE LA PERSISTENZA DI PIOGGE ABBONDANTI E TEMPORALI INTENSI SULLA LIGURIA, TOSCANA, UMBRIA E SETTORI NORD DEL PIEMONTE E SARDEGNA; - PER LE PROSSIME 12/18 ORE SI PREVEDONO PIOGGE ABBONDANTI E TEMPORALI INTENSI SUL LAZIO, LOMBARDIA, VENETO, TRENTINO ALTO-ADIGE, FRIULI VENEZIA-GIULIA, IN ESTENSIONE ALLA CAMPANIA DALLA NOTTATA; - SI PREVEDONO INOLTRE VENTI FORTI SUD-OCCIDENTALI SU LIGURIA, TOSCANA, LAZIO E SARDEGNA IN ESTENSIONE DALLA SERA ALLA CAMPANIA E DA SCIROCCO SUL VENETO E FRIULI VENEZIA-GIULIA, CON MAREGGIATE LUNGO LE COSTE ESPOSTE. C.N.M.C.A.

domenica 16 novembre 2014

NUOVA ALLERTA CENTRO-NORD

16/11/2014 domenica 22:00 - 16/11/2014 22:00 Maltempo: nuova allerta sul centro-nord 16 novembre 2014 Criticità rossa per alcune zone di Liguria, Lombardia, Emilia e Veneto Proseguono gli effetti della vasta perturbazione atlantica che ha interessato, nei giorni scorsi, gran parte delle regioni italiane.

ALLERTA METEO

16/11/2014 domenica 18:12 ALLERTA METEO - 16/11/2014 18:12 Anche per la serata di oggi domenica 16 novembre e per la giornata di domani lunedì 17 novembre, prosegue l'Allerta con CODICE ROSSO e ARANCIONE nelle zone indicate nel Bollettino di Criticità della Protezione Civile che avete ricevuto nell'App

BOLLETTINO CRITICITA'

16/11/2014 domenica 16:00 - 16/11/2014 16:00 PER LA GIORNATA DI DOMANI, LUNEDÌ 17 NOVEMBRE 2014: ELEVATA CRITICITA' PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU: EMILIA ROMAGNA: Pianura di Bologna e Ferrara, Pianura di Parma e Piacenza, Pianura di Modena e Reggio Emilia; VENETO: Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige; ELEVATA CRITICITA' PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU: LIGURIA: Bacini Liguri Marittimi di Levante;

sabato 15 novembre 2014

AGGIORNAMENTO MALTEMPO

15/11/2014 sabato 18:00 - 15/11/2014 18:00 Maltempo: prosegue allerta da nord a sud 15 novembre 2014 Criticità rossa sulla Pianura Padana e sul Levante ligure Proseguono gli effetti della vasta perturbazione atlantica che sta interessando, oggi, gran parte delle regioni centro-settentrionali, con precipitazioni anche temporalesche, e per la quale era stato emesso già ieri un avviso di condizioni meteo avverse: rimarrà attiva anche nella giornata di domani, con fenomeni sul nord-est e sulle regioni occidentali. Sulla penisola è previsto inoltre un rinforzo della ventilazione dai quadranti occidentali. Sulla base delle previsioni disponibili,

venerdì 14 novembre 2014

BOLLETTINO CRITICITA' SABATO 15 NOVEMBRE

14/11/2014 venerdì 16:00 - 14/11/2014 16:00 PER LA GIORNATA DI DOMANI, SABATO 15 NOVEMBRE 2014: ELEVATA CRITICITA' PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU: EMILIA ROMAGNA: Pianura di Parma e Piacenza, Pianura di Modena e Reggio Emilia, Pianura di Bologna e Ferrara; VENETO: Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige; ELEVATA CRITICITA' PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU: LIGURIA:

giovedì 13 novembre 2014

ALLERTA METEO DA DOMANI SERA!!!

13/11/2014 giovedì 19:00 - 13/11/2014 19:00 Maltempo: criticità rossa in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto 13 novembre 2014 Dalla serata di domani una vasta perturbazione atlantica attiva sulla Penisola Iberica determinerà precipitazioni sulle regioni nord-occidentali mentre brevi rovesci sono attesi sui restanti settori alpini e prealpini e sulla Sardegna nord-occidentale. Da sabato si prevede diffuso maltempo su gran parte della nostra Penisola. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). In considerazione delle piene previste sull’asta del bacino del Po e degli affluenti e per il lago Maggiore, è stata valutata per la giornata di domani criticità rossa per rischio idraulico sulle pianure di Reggio Emilia e del modenese e sui settori meridionali del Veneto. È in criticità rossa per rischio idrogeologico localizzato il nord-ovest della Lombardia. Sono invece in criticità arancione per rischio idraulico le pianure di Bologna e Ferrara e gran parte della Lombardia. Sono in criticità arancione per rischio idrogeologico la Liguria, le pianure di Parma e Piacenza e il versante tirrenico della Calabria. E’ stata poi valutata criticità gialla per rischio idraulico e idrogeologico sul resto del Veneto e per rischio idrogeologico il Friuli Venezia Giulia, il resto dell’Emilia Romagna e della Lombardia, i restanti settori della Calabria, gran parte della Basilicata, la Sicilia nord orientale e la Sardegna nord occidentale. Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento continuerà a seguire l’evolversi della situazione.    

Fonte: Allarme Meteo Italia

ALLERTA METEO VENERDI 13

13/11/2014 giovedì 16:00 - 13/11/2014 16:00 PER LA GIORNATA DI DOMANI, VENERDÌ 14 NOVEMBRE 2014: ELEVATA CRITICITA' PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU: EMILIA ROMAGNA: Pianura di Modena e Reggio Emilia; VENETO: Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige; ELEVATA CRITICITA' PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU: LOMBARDIA: Nordovest; MODERATA CRITICITA' PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU: EMILIA ROMAGNA: Pianura di Bologna e Ferrara; LOMBARDIA: Prealpi Centrali, Pianura Occidentale, Pianura Orientale; MODERATA CRITICITA' PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU: CALABRIA: Ver. Tirrenico Mer. Calabrese, Ver. Tirrenico Cen. Calabrese, Ver. Tirrenico Set. Calabrese; EMILIA ROMAGNA: Pianura di Parma e Piacenza; LIGURIA: Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Padani di Ponente, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Ponente, Bacini Liguri Marittimi di Centro; ORDINARIA CRITICITA' PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU: VENETO: Adige-Garda e monti Lessini, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna; ORDINARIA CRITICITA' PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU: BASILICATA: Bacini Agri-Sinni; CALABRIA: Ver. Ionico Set. Calabrese, Ver. Ionico Cen. Calabrese, Ver. Ionico Mer. Calabrese; EMILIA ROMAGNA: Bacino montano del Reno, Bacini montani di Panaro, Secchia ed Enza, Bacini montani di Parma, Taro e Trebbia; FRIULI VENEZIA GIULIA: Bacino del Tagliamento, Pianura di Udine-Gorizia-Trieste, Bacino del Livenza; LOMBARDIA: Garda - Valcamonica, Media-bassa Valtellina, Oltrepò Pavese, Alta Valtellina; SARDEGNA: Logudoro; SICILIA: Nord-Orientale versante tirrenico e isole Eolie, Nord-Orientale versante ionico, Centro-Settentrionale versante tirrenico; VENETO: Alto Piave, Piave pedemontano; Molise: nel pomeriggio di oggi, 13 novembre 2014, possibilità di precipitazioni da sparse ad isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, più frequenti sulle zone centrali e sulla fascia litoranea, dove i quantitativi cumulati saranno da deboli a moderati; Calabria: dalle ore 8:00 del 14 novembre 2014 (scadenza Avviso di Criticità n°33) Ordinaria criticità per rischio idrogeologico localizzato su tutte le zone d'allerta; Friuli Venezia Giulia: dalla scadenza dell'Avviso di Criticità Nazionale N°14080 PROT. DPC/RIA/58962 del 12 novembre 2014, tutte le zone di allerta passano in criticità idrogeologica ordinaria. da Allarme Meteo Italia https://play.google.com/store/apps/details?id=com.mdc.allarmemeteo

COMUNITA' EXODUS ALLAGATA

Hanno passato la notte fuori casa i ragazzi della comunità Exodus di Milano e non sanno quando potranno fare ritorno in comunità. La Cascina nel parco Lambro che da 30 anni ospita la Fondazione di don Antonio Mazzi è sotto mezzo metro d'acqua. Danneggiati impianti, computers, fotocopiatrici, cucina, mobili, attrezzature, laboratori.