BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA
Visualizzazione post con etichetta RIVOLUZIONE CONSAPEVOLE. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta RIVOLUZIONE CONSAPEVOLE. Mostra tutti i post

martedì 27 dicembre 2016

L’importanza di un’informazione libera

Tutti i mezzi di comunicazione di massa , in particolare la televisione , svolgono la funzione di veri e propri ” oracoli ” moderni , e sono considerati , inconsciamente o meno , dalla maggioranza come depositari imparziali di verità ” assolute ”.

domenica 17 maggio 2015

Verso una modernità consapevole

Nel campo filosofico, sociologico e in generale culturale si parla molto, e giustamente, degli aspetti più critici e contraddittori della modernità come la distruzione dell’ambiente, l’eccessivo individualismo e la smania di ricchezza economica invece che interiore che caratterizzano questi tempi. Spesso i conservatori più o meno moderati rievocano periodi storici e modelli culturali del passato , sia in modo romantico che spesso favolistico, periodi in cui l’essere umano si pensa fosse un tutt’uno con la natura, le gerarchie sociali erano rispettate e ognuno aveva il proprio ruolo ben definito nella tribù e/o comunità cui apparteneva, ma si omette di dire cose alquanto ovvie come ad esempio, che i diritti umani e civili, nonché la visione universalista del mondo di certo non esistevano.

domenica 5 aprile 2015

Serve una Rivoluzione relazionale

La nostra società si basa, come ben si sa, sull'apparenza, la superficialità e l'arrivismo. Tutti ci lamentiamo di ciò, ma purtroppo facciamo ben poco per cambiare tale situazione.

sabato 21 febbraio 2015

Andare oltre il vuoto culturale moderna

La società contemporanea essenzialmente non è retta su nessun vero valore, ma dipendente dalle tante passeggere mode, che di volta in volta stabiliscono le nuove "norme" a cui conformarsi
Viviamo in un'era fortemente nichilista, dove tutto ciò che non sia meramente materialista e edonista, è considerato disfunzionale socialmente.

venerdì 20 febbraio 2015

Stare coi “numeretti” a scuola: loro sono motivati, e noi? (2)

Classi di 100/150 allievi e anche più
Qualche settimana fa abbiamo parlato dei “numeretti”, ossia di quelle centinaia di milioni di persone che entrano nelle statistiche degli organismi internazionali per occupare sempre gli ultimi posti quando si parla di reddito, di speranza di vita, di sanità, di istruzione … Pensare a come si realizza la loro formazione scolastica, in questi giorni in cui si parla della riforma della nostra scuola, non è per niente fuori luogo.

mercoledì 4 febbraio 2015

Essere un abitante consapevole, si comincia da casa

L’immaginazione ci porta oltre. Ci appaiono foreste equatoriali oppure il bosco a pochi chilometri? Vediamo file di freddi strumenti metallici oppure gesti sapienti in un piccolo laboratorio artigiano?
Quanta energia consuma quando lo usiamo? Dove andrà a finire questo oggetto che sta tra i mille altri oggetti? Avrà una vita lunga? Lo vediamo perso tra mille altri abbandonati in una distesa putrescente, oppure ci appare con un ultimo lembo di consistenza e di riconoscimento, magari tra gli oggetti di un’altra casa, con nuovi affetti e forse nuovi usi.

domenica 18 gennaio 2015

Riflessioni su ambiente e energia

Il degrado ambientale che oggi ormai è sotto gli occhi di tutti ha raggiunto un punto di estrema gravità e viaggia sempre più verso una situazione di non-ritorno. Tutto ciò è sottovalutato dai media e l'opinione pubblica che non possono più, come in passato, negare l’evidenza e sminuirla.
Noi di FREE-ITALIA vi offriamo alcuni interesssanti punti di riflessione.

sabato 17 gennaio 2015

Il fallimento del liberismo e della globalizzazione

Da circa 30 anni ci viene raccontato che il mercato globale rappresenta una grandissima opportunità per i più poveri ed in generali per quanti sono rimasti indietro. Un’occasione da cogliere al volo, spesso unica ed irripetibile, ancor di più per i paesi del sud del mondo e per quelli che uscivano dall’influenza geopolitica dell’ex Unione Sovietica. La fine della politica del “contenimento” tra i due blocchi ha narrato un mondo che finalmente usciva dall’incubo di un nuovo conflitto atomico, annunciando la fine delle ideologie.

lunedì 5 gennaio 2015

Riflessioni sulla felicità

Uno degli obiettivi della nostra Rivoluzione Consapevole è quello di creare un mondo nuovo partendo da noi stessi, un mondo dove si è felici.

martedì 23 dicembre 2014

L'importanza dell'educazione e dell'informazione libera

Informare non significa mostrare solo il lato della medaglia che più ci piace. Educare non significa imporre delle idee, ma piuttosto stimolare la mente ad una crescita flessibile, variegata, elastica. Significa aiutare nel cammino, invogliare, diversificare le proposte e le tematiche, rendendo la mente come una pianta con continui germogli e frutti, non un vaso da riempire con nozioni senz'anima.

venerdì 19 dicembre 2014

C'è voglia di cambiamento politico


Sempre più persone si stanno convincendo della necessità di un radicale cambiamento politico e sociale. Spesso si cade in trappola dentro una radicalizzazione di campo ideologico, sia essa di sinistra o di destrA, oppure in dogmi pericolosi di posizione populiste e demagogiche.

lunedì 15 dicembre 2014

La crisi della democrazia ci conduce ad un profondo rinnovamento culturale

Nel mondo contemporaneo la crisi della democrazia appare come una crisi di fiducia nella possibilità di sentirsi adeguatamente rappresentati. L’astensionismo, il disimpegno verso la politica, la scarsa partecipazione del cittadino alla gestione della cosa pubblica, tutto questo e altro ancora rende conto della situazione di post-democrazia che viviamo ormai da tanto tempo.

domenica 14 dicembre 2014

Ripensare un'altra e diversa Europa

Da un po’ di tempo l'euro è diventato il principale argomento economico trattato nei talk show politici , e non .
Sostanzialmente ci sono due teorie egemoni sul tema .

Il tempo come ricchezza, non come denaro

Alba dalle dune di Mezoua (Marocco)
Qualche giorno fa, FREE ITALIA ha pubblicato un bellissimo post  “Il tempo è reale?”.  Oggi Gerd Dani ha pubblicato un altro saggio su questo argomento "Due futuri per spiegare il misterioso passato del tempo".

lunedì 8 dicembre 2014

La Rivoluzione Consapevole come unica soluzione alla crisi moderna


La tremenda crisi economica e finanziaria che stiamo attraversando, ha convinto molte persone della necessità di un radicale cambiamento della situazione politica e sociale attuale.
In molti al giorno d'oggi invocano una Rivoluzione, rifacendosi a vecchie credenze di stampo ideologico.
Il punto è che ovviamente c'è bisogno di una Rivoluzione, ma non della solita rivoluzione, bensì della Rivoluzione Consapevole.

domenica 7 dicembre 2014

Ripensare La scienza fondata sull'etica

Dai tempi più antichi l'essere umano cerca risposte a domande. La maggior parte di queste stesse sono irrisolvibili o più precisamente prive di alcuna spiegazione logica e verificabile. Ad esempio perchè viviamo proprio sul pianeta Terra e non in un altro posto dell'universo, o se esiste vita dopo morte o no, oppure se l'universo è finito o infinito.

sabato 6 dicembre 2014

Ripensare il lavoro

La concezione dominante del lavoro nella nostra società è alquanto disfunzionale e limitante.
Esso è considerato solamente come un mezzo per sopravvivere, guadagnare e consumare, ma il lavoro dovrebbe essere qualcosa di più.
Dovrebbe essere un mezzo che, oltre a realizzarci economicamente, serva anche per una realizzazione interiore.

Verso la Rivoluzione Consapevole: ecco come

Tutti parlano di costruire un mondo e una società migliori, ma a parte gli slogan di concreto c'è ben poco.
La causa di ciò è da ricercare nel fatto che tale ideale è visto come qualcosa di astratto, utopico e comunque ben poco realizzabile.

noi vi introduciamo l'idea di Rivoluzione Consapevole e come realizzarla.

Una radicale revisione del concetto di violenza

Cosa è in realtà la violenza? Un atto compiuto su una o più persone mediante l’uso della forza fisica. Non solo…Anche un atto che non sia necessariamente di natura fisica ma anche di natura psicologica. Ma soprattutto un’azione mirata a piegare l’altro contro la sua volontà: insomma un abuso, una vera e propria prevaricazione, un atto di prepotenza.

venerdì 5 dicembre 2014

E' Il Singolo che fa la Massa

Tutti i sistemi politici che si sono susseguiti fin oggi sono innumerevoli e nella maggior parte dei casi soppressi in maniera sanguinosa. Tanto per citarne uno, la rivoluzione francese ne è un esempio chiaro. Tutto il susseguirsi di sistemi avuti ad oggi sono frutto di una rivoluzione, in quanto ognuno comporta grandi cambiamenti, più o meno pacifica. È possibile considerare ogni successione un fallimento del sistema precedente.