BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA
Visualizzazione post con etichetta Cina. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Cina. Mostra tutti i post

domenica 29 gennaio 2017

CALCIO FUORI CONTROLLO: I CINESI SONO IMPAZZITI?

Alla fine anche il governo cinese pare averne abbastanza delle “follie” delle società calcistiche locali: l’invito perentorio è a darsi una regolata, perché starebbero “bruciando denaro”.
Visti le circostanze e il mittente è probabile che l’invito venga raccolto, anche perché di fuoriclasse o presunti tali da coprire d’oro in giro ne sono rimasti pochini, e le due o tre stelle di prima grandezza appaiono insensibili alle lusinghe orientali: Cristiano Ronaldo, il Pallone d’oro, ha detto no a uno stipendio annuo di 100 milioni, e anche Messi sembra preferire il calcio europeo a questa sua inverosimile imitazione in salsa kitsch.

sabato 28 gennaio 2017

Dalla de-globalizzazione vince la Cina

Il mercato mondiale si è realizzato dopo il 1989 con la caduta del Muro di Berlino e istituzionalizzato nel 1996, quando Clinton diede avvio al multilateralismo. Dopo venti anni e da allora le contraddizioni sono esplose. Un’altra pietra miliare fu l’ingresso della Cina nell’Organizzazione Mondiale del Commercio nel 2001. 

giovedì 11 febbraio 2016

Arriva la Bolla Cinese, e potrebbe essere molto peggiore della Bolla Subprime

Le difficoltà della globalizzazione e l’incertezza dei mercati appaiono rappresentare i punti distintivi nell’insostenibilità capitalistica. La scala del crollo dei prezzi petroliferi, molto più ripida di quanto preventivabile mesi or sono, fa emergere una prospettiva di deflazione.
Questo è il primo elemento sul quale appuntare la nostra attenzione. Il secondo è rappresentato da una vera e propria “caduta seriale” delle Borse mondiali causata principalmente dalla pubblicazione degli indici degli ordinativi in Cina e negli Stati Uniti.

martedì 14 aprile 2015

Cina: capitalismo globale e sciopero dei lavoratori

La crisi di profittabilità culminata nel 1973 scatenò una decade di intensa conflittualità a livello globale (1968-78). Gli esiti specifici della crisi non erano predeterminati, ma le forti disparità internazionali tra livelli di sviluppo e il controllo autoritario sulle classi popolari da parte di quasi tutti gli stati periferici furono un forte vantaggio strutturale per il capitale. Infatti, sottosviluppo e repressione permisero la realizzazione dell’“aggiustamento spaziale” come risposta alla crisi, ovvero l’esportazione di capitali in paesi in grado di garantire mano d’opera a basso costo.

mercoledì 25 marzo 2015

L'Italia è sempre più cinese

È notizia di questi giorni che anche la Pirelli, sarà aquisita da Chem China, l’azienda cinese a controllo statale che dovrebbe diventare socio di maggioranza, ed è solo l’ultimo degli spostamenti di baricentro verso Est. Secondo KPMG nel 2014 l’Italia si è piazzata al sesto posto per attrazione di investimenti cinesi, mentre solo quattro anni prima, nel 2010 non rientrava nemmeno all’interno della top 10.

giovedì 29 gennaio 2015

Le piramidi cinesi e le leggende sugli dei discesi dal cielo


Tra negazioni, ostacoli e reticenze, la verità sull’esistenza delle Grandi Piramidi cinese si è finalmente fatta strada fino a raggiungere il grande pubblico.

martedì 7 ottobre 2014

Alle origini del conflitto tra Cina e Stati Uniti

Nell’ultimo periodo stiamo assistendo al manifestarsi di molti conflitti nel mondo, dalla Siria all’Iraq, dall’Afganistan all’Ucraina, a Gaza, per non parlare di altre vicende apparentemente “minori”, quali quelle di Sudan, Ciad, Mali, Repubblica Centroafricana, ecc..

sabato 7 giugno 2014

Giro di vite agli espianti forzati di organi in Cina. Da giugno gli ospedali adibiti ai trapianti potranno operare solo con organi legittimamente donati

Lo “Sportello dei Diritti” si è interessato più volte di uno dei fenomeni criminali più odiosi: la tratta di esseri umani per ricavarne organi per i trapianti. Mentre in Italia se ne discute poco o nulla, nonostante la recente segnalazione della nostra associazione che aveva rivelato come un’inchiesta francese, partita dalla Procura di Marsiglia avesse rivelato come il Nostro Paese sarebbe un crocevia di questo terribile ed odioso “commercio”, è notizia di questi giorni che da giugno, in Cina tutti gli ospedali adibiti ai trapianti potranno operare solo con organi legittimamente donati.

martedì 12 novembre 2013

Come la Cina può causare la fine del dollaro e del sistema finanziario Usa

5b
Il dollaro sta per morire e, probabilmente, sarà la Cina a premere il grilletto, ma questo lo ha capito solo una piccola parte degli americani. Il dollaro USA è, di fatto, la valuta di riserva del pianeta, la maggior parte del commercio mondiale usa dollari e quasi tutto il petrolio viene pagato in dollari americani. 

domenica 17 febbraio 2013

Commercio: la Cina soffia agli USA il primato commerciale mondiale


La Cina è attualmente la maggiore potenza mondiale, in termini di quantità complessiva di importazioni ed esportazioni di merci. Per ottenere questo record, il colosso asiatico ha dovuto soffiare agli Stati Uniti un primato commerciale mondiale che questi ultimi detenevano fin dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, segnando così una svolta storica.

venerdì 16 novembre 2012

I MACROECONOMICS DELLA CLEPTOCRAZIA CINESE

Free Image Hosting at www.ImageShack.usLa Cina è una cleptocrazia (1) che ha raggiunto un livello mai visto prima nella storia umana.
Cerchiamo di spiegare come viene finanziata questa ondata di furti, con quali soldi e che cosa la farà fallire.  Quello che indica i macroeconomics dell’economia mondiale sono imacro- effetti della cleptocrazia cinese e la grave crisi creata dai cambi fissi nell’ambito della moneta europea.

La Cina è una cleptocrazia. Ma lo è sempre stata. 

domenica 1 luglio 2012

LA CINA ABBRACCIA I PONZI-BONDS

 La Cina sta preparando il lancio di un programma che creerà gli stessi complessi strumenti di debito che hanno innescato la crisi finanziaria globale nel 2008. Il programma pilota consentirà alle banche di raggruppare dei prestiti e convertirli in titoli, che saranno gestiti da società esterne, denominati Special Purpose Vehicle (SPV) o veicoli di investimento strutturati (SIV) .

mercoledì 11 aprile 2012

L'ECONOMIA CINESE: LA RANA E LO SCORPIONE

Dietro la crisi politica che ha visto la recente caduta di uno dei leader del Partito Comunista, Bo Xilai, c'è una lotta interna su come gestire il calo dell' economia e l'aumento della disparità di reddito e sul passaggio dall'essere un paese esportatore con un basso costo del lavoro ad uno costrutito sul proprio consumo interno. Dato che la Cina è la seconda economia del mondo – e probabilmente diventerà la prima nei prossmi 20 o 30 anni – la cattiva gestione del cambiamento potrebbe avere gravi conseguenze, da Pechino a Brasilia, da Washington a Mumbai.

venerdì 30 marzo 2012

LA CINA E' VICINA

Stiamo subendo una lenta, e progressiva opera di penetrazione da parte di imprese, lavoratori ed artigiani cinesi proprio all'interno di casa nostra: all'inizio si limitavano a comprare la tabaccheria e la pizzeria del nostro quartiere, adesso con il sostegno di Pechino stanno acquistando partecipazioni in aziende strategiche italiane, marchi, know how e brevetti italiani, oltre a detenere una parte consistente del nostro debito pubblico (superiore al 4%).