BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA
Visualizzazione post con etichetta Arte. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Arte. Mostra tutti i post

domenica 10 giugno 2018

Cosa Nostra e il mistero del furto della Natività

Pioveva a  dirotto quella notte del 17 ottobre del 1969. Anche il tempo  non fù clemente, permettendo ai ladri di entrare senza essere visti nell’Oratorio di San Lorenzo a Palermo e di rubare la “Natività” di Caravaggio. Non ci volle molto: con un coltello la tela venne staccata dalla cornice.

sabato 10 settembre 2016

BOB DYLAN

Cosa posso dire, oltre quello che già è stato detto?
Cosa posso scrivere di più, su una persona che ha ricevuto premi e che diverse persone hanno intervistato?
Non lo so.
Forse posso dirvi cosa ne so io, e cosa ne penso io di Robert Allen Zimmerman.
Posso dirvi che i suoi nonni arrivarono in America nel 1905 da Odessa e che "Dylan" crescerà vicino le rive del lago maggiore, nel Minnesota.

domenica 4 settembre 2016

BJORK : L'orchestra vocale.

Atene, Olimpiadi, si alza il sipario su un mare di acqua che è finta, nel mezzo della platea inizia a cantare, Lei, da sola, al centro del mondo, fra cose moderne ed antiche, fra filosofia e sport ed è un miracolo vocale.

Sto parlando di Bjork, cantautrice, compositrice islandese dalla voce più unica che rara.
Ma non è solo una questione di voce, la sua.
Perchè una come Lei, è più unica che rara.

Inizia ad unidici anni, studiando pianoforte e poco tempo dopo un suo docente presenterà alla radio locale la straordinaria registrazione di una sua canzone. Bjork cantava Tina Charles e la sua "I love to Love"  verrà trasmessa alla radio One a livello nazionale.

domenica 21 febbraio 2016

Roma, not Rome

Sono Romana, non di adozione, lo sono per diritto di nascita. Mio padre è romano, come suo padre e suo padre prima di lui.
Amo Roma, come un film di Tarantino e come si assapora la nostalgia di quelli di Eric Rohmer.
Mi ci muovo dentro che ancora non camminavo, io dentro la culla e poi sul passeggino, in bici, in moto, poi in macchina e sui mezzi pubblici.
Io a Termini, io al Pigneto, io sull'Aurelia, io il due novembre sul monumento ad Ostia, dedicato a Pasolini e poi una monetina a Fontana di Trevi.

sabato 20 febbraio 2016

Arte e unioni civili

Come critico d’arte voglio premettere che grazie al segno, e dunque grazie all’arte, l’uomo ha potuto distinguersi ed evolversi rispetto alle altre specie attraverso la civiltà, di cui la famiglia è il primo nucleo. Se dapprima con il termine famiglia si indicava l’insieme degli schiavi e dei servi viventi sotto uno stesso tetto, oggi, sotto l’aspetto antropologico e sociologico, la famiglia si definisce come gruppo sociale caratterizzato dalla residenza comune, dalla cooperazione economica, e dalla riproduzione (Treccani).

venerdì 5 febbraio 2016

Siediti pure, è arte! Vivila nel B&B, è economia!

 Quando vidi per la prima volta questa sedia nello studio di un amico non immaginavo il luogo della sua idea. Ciò che ci circonda ha sempre una sua storia all’interno della quale è l’uomo con le sua creatività e le sue capacità realizzative,  eppure, non so tu, non sempre riusciamo a vederle.
E’ la Sedia Wassily  che M. Breuer concepì tra il 1925 e il 1927, a  Bauhaus. Ma certamente conoscerai anche la Sedia Cesca e la sedia Armchair, del 1928-1929, che lo stesso pensò nella famosa sezione di falegnameria della Bauhaus.
       Ma cos’è Bauhaus o, meglio, cosa è stata e cosa sarà?

sabato 16 gennaio 2016

Toglietemi tutto, ma non il mio Tatuaggio

Non so bene quando iniziò, ma questo amore è nato in un giorno qualsiasi ed ho preso, allora, la decisione che mi sarei fatta un tatuaggio, anche due, facciamo tre.
Ma ci sono delle cose, che nei tatuaggi e nella moda di oggi io non posso vedere, anzi, quando le vedo, penso che la filosofia che sta dietro a quest'arte sparisce.
La globalizzazione, la mancanza di cervello di moltissimi, tutto concorre eccitato a vanificare ogni bellezza di questa decisione.

lunedì 12 ottobre 2015

Arte a Palermo: IVANO LA MONTAGNA....


Ivano La Montagna


l artista selezionato da Princeart per l’evento di Palermo , “Isola che c’è“. E’ architetto e docente di Arte e Immagine. Nel 2007, presso l’Università “Federico II” di Napoli, consegue il Dottorato di Ricerca in ‘Storia dell’Architettura e della Città’ con una tesi – poi pubblicata – su Aldo Rossi e l’Architettura Razionale.

sabato 10 ottobre 2015

Dai cannoni all’arte ed alla cultura, ma anche all’amore, nella Real Fonderia di Palermo.

A Palermo, in piazza della Fonderia tra le vie Cala, Francesco Matera, Giovanni Meli e S. Sebastiano,  si può visitare la Real Fonderia.

sabato 2 maggio 2015

Il gatto nella storia dell'arte

Gatto di Gayer – Anderson,
VII – IV sec. A.C., bronzo,
British Museum, Londra                             L’amore per i gatti si perde agli albori delle prime civiltà riconosciute. Per gli egizi, questi assunsero persino un valore divino: basti pensare alla dea Bastet, impersonata proprio dal gatto (in alcune varianti anche dalla personificazione antropomorfa di una gatta). D’altronde non era poi così strano che un gatto fosse visto come un elemento divino, dato che questi padroneggiavano ogni casa, tempio ed edificio, con lo scopo di salvaguardare chi ci abitava dalla presenza dei topi. La statua bronzea del Gatto di Gayer - Anderson, conservata al British Museum, ben testimonia questo attaccamento votivo del popolo egizio al gatto: in una posa regale ed austera, la dea gatta Bastet, munita di orecchini pendenti e anello al naso d’oro, longilinea ed anatomicamente perfetta, osserva - quasi supervisiona - quelli che erano gli abitanti della struttura in cui fu rinvenuta.

La storia delle Angeli nell'Arte

Gli Angeli nel mondo antico

La convinzione che esistano Esseri Sovrumani, intermediari fra il mondo divino ed il terreno, era diffusa già nelle civiltà pre-bibliche.

lunedì 30 marzo 2015

Arte contro il terrorismo

Per combattere il terrorismo si può usare l’arte. È questa l’idea annunciata all’apertura di una nuova galleria dedicata all’arte islamica in risposta alla distruzione dei siti storico-artistici dell’Est da parte dei militanti dell’Isis. La nuova Albukhary Foundation Gallery of the Islamic World aprirà alla fine dell’ottobre 2018 ed esibirà una collezione permanente composta da ceramiche, gioielli e dipinti. Situata nel cuore del museo, sarà la prima galleria permanente creata dopo quasi dieci anni.

giovedì 19 marzo 2015

Cos'è il Surrealismo

Il surrealismo è un movimento letterario, artistico e ideologico francese, sorto nel primo dopoguerra che pratica un’arte figurativa e non astratta.

La sua figurazione non è naturalistica, anche se ha con il naturalismo un dialogo serrato perchè il Surrealista vuol trasfigurare la realtà, ma non negarla.
Il teorico di questo movimento fu lo scrittore Andrè Breton che nel 1924, pubblicò il Manifesto del Surrealismo.
Ispirandosi alle teorie di Freud, teorizzò la necessità di giungere a una realtà superiore, una surrealtà, in cui conciliare i due momenti fondamentali del pensiero umano: quello della veglia e quello del sogno; il Surrealismo è il processo mediante il quale si giunge a questa surrealtà.

domenica 8 marzo 2015

Cos'é il Fauvismo

Il Fauvismo è un movimento pittorico francese, nato a Parigi nel 1905 e sciolto nel 1907, i cui principali esponenti sono: Henri Matisse, Andrè Derain, Maurice de Vlaminck.

Il termine "Fauves" fu utilizzato per la prima volta nel 1905 dal critico francese Louis Vauxcelles, per sottolineare, in senso spregiativo, l'uso "selvaggio" del colore di alcuni pittori che esponevano in quell'anno le loro opere al Salon dè Automne, a Parigi.

venerdì 6 marzo 2015

Estremismi...ignoranza...paura della bellezza!

I miliziani dell’Isis hanno raso al suolo con bulldozer il sito archeologico di Nimrud, nei pressi della città di Mosul, occupata dal Califfato islamico di Abubakr al Baghdadi. E’ stato il ministero del Turismo e delle Antichità irachene a dare la notizia dello scempio. Quanto accaduto “costituisce un crimine di guerra”, denuncia in un comunicato la direttrice generale dell’Unesco, Irina Bokova, che fa “appello a tutti i responsabili politici e religiosi della regione a sollevarsi contro questa barbarie”.

lunedì 2 marzo 2015

Cos'é L'Arte Informale

Con il termine Arte informale si definisce una serie di esperienze artistiche, sviluppate in Europa, America e Giappone, caratterizzata dal rifiuto di qualsiasi forma, figurativa o astratta, costruita secondo canoni razionali, rapportabili alla tradizione culturale precedente.

domenica 25 gennaio 2015

Andando per mostre: Chagall, il coraggio, il sincretismo e molto altro. (2)

Autoritratto davanti a casa 1912
La mostra di Chagall a Milano (200 opere, Palazzo Reale) sta per chiudere. Peccato, perché avrei voluto consigliare a tutti, a tutte le latitudini del paese, di fare un viaggio nella capitale della Lombardia per vederla. Dal 1° febbraio, infatti, non si potrà più ammirare una raccolta retrospettiva di opere del pittore russo davvero ben scelte.

sabato 13 dicembre 2014

WILLIAM BLAKE - biografia e opere


Opere di William Blake

William Blake nasce il 28 novembre del 1757 a Soho, Londra, dove trascorre la maggior parte della sua vita. E’ il terzo di 7 fratelli, il padre vende maglieria, mentre la sua casa, in un angolo del Broad Street e Marshall Street, si trova in un terreno di un ex antico cimitero. Fin da piccolo Blake non sopporta restrizioni e

lunedì 8 dicembre 2014

Vissi d’arte?


Il turismo d’arte anche se non determina la maggior quota del movimento turistico ne rappresenta l’immagine e contribuisce a valorizzare anche gli altri turismi presenti nel nostro Paese; appare evidente la rilevanza che il turismo d’arte ha per il movimento complessivo degli stranieri.

sabato 6 dicembre 2014

Storia dell'Arte - L'arte negli antichi regni: Sumeri - Persiani - Babilonesi - Assiri

I Sumeri (3000-1700 a.C.)
In questo periodo, due popoli che si erano stanziati sul corso inferiore dei due fiumi, si alternarono nella prevalenza sulla regione: I Sumeri e gli Accadi.

I Sumèri (3000-2350 a.C.), popolo di origine ignota, forse proveniente dall'India, si erano stabiliti, fin da tempi remotissimi, nella parte meridionale della Caldea che da essi fu detta Sumèr, e che aveva come città principali, sul basso Eufrate, Lagash, Umma, Uruk, Ur.