BENVENUTI SU FREE-ITALIA

lunedì 29 agosto 2016

Viaggio nell'italia delle tasse

L'argomento tasse rappresenta da sempre, in Italia, un punto dolente per i vari governi che si sono susseguiti e ancor di più per i cittadini, costretti a dover affrontare con cadenza periodica spese elevate giustificate da tributi di varia natura. Sia locali che nazionali.
Come ben sappiamo, l’Italia è piena di tasSE in cambio delle quali al cittadino ritornano indietro servizi indecenti. Il quadro di questi tributi è, tra l’altro, sempre soggetto a variazioni che finiscono con il creare confusione.
FREE-ITALIA indaga per voi  la situazione attuale delle tasse in Italia con riferimento alle potenziali novità che il Governo potrebbe introdurre.

la mafia è UNA MONTAGNA DI MERDA

Caro estortore...

"...volevo avvertire il nostro ignoto estortore di risparmiare le telefonate dal tono minaccioso e le spese per l'acquisto di micce, bombe e proiettili, in quanto non siamo disponibili a dare contributi e ci siamo messi sotto la protezione della polizia. Ho costruito questa fabbrica con le mie mani, lavoro da una vita e non intendo chiudere... Se paghiamo i 50 milioni, torneranno poi alla carica chiedendoci altri soldi, una retta mensile, saremo destinati a chiudere bottega in poco tempo. Per questo abbiamo detto no al "Geometra Anzalone" e diremo no a tutti quelli come lui"
Libero Grassi, dal Giornale di Sicilia del 10-1-1991

venerdì 26 agosto 2016

I terremoti provocano morti solo perché il patrimonio edilizio non è a norma

Quando accade un terremoto, per evitare l’evento naturale non si può fare nulla; mentre, per evitare che diventi una catastrofe, forse qualcosa si può fare. E questo lo sanno benissimo tutti: esperti, uomini e donne delle istituzioni, scienziati e politici. Non a caso, in Italia sono state prodotte numerose norme che vanno nella direzione della prevenzione. Ormai abbiamo osservato che ogni 4 o 5 anni c'è un sisma che colpisce la dorsale appenninica. Eppure gli amministratori non fanno prevenzione. Il risultato è che l'Italia è arretrata come il Medio Oriente: in un paese avanzato una scossa di magnitudo 6 non provoca crolli e vittime.

FREE-ITALIA parla di Accessibilità digitale per disabili

L'accessibilità per i disabili non è una tematica esclusivamente rapportata di facilitazioni di tipo fisico e all'abbattimento delle tante barriere architettoniche presenti nelle città italiane.
Esiste un intero capitolo di tale argomento che regola e garantisce anche la piena accessibilità alle moderne tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Italicus, La strage dimentacata

E' la strage in assoluto meno ricordata. Una di serie B. Eppure, quella bomba ad alto potenziale sita presso la vettura 5 dell'espresso Roma-Monaco di Baviera, il 4 agosto del 1974, delle persone ne uccise.
Dodici, per l'esattezza. Vittime dimenticate dalla società civile, difficilmente citate: Elena Donatini, Nicola Buffi, Herbert Kontriner, Nunzio Russo, Marco Russo, Maria Santina Carraro, Tsugufumi Fukuda, Antidio Medaglia, Elena Celli, Raffaella Garosi, Wilhelmus J. Hanema, e Silver Sirotti.

giovedì 25 agosto 2016

#Terremoto: FREE-ITALIA Vi illustra Cosa Fare in Caso di Sisma

La nostra penisola a causa della sua posizione geografica, è un paese ad alto rischio sismico. Essere preparati ad affrontare il terremoto può significare in molti casi salvarsi la vita. FREE-ITALIA ha prepara per voi qualche utile accorgimento da adottare in caso di scosse sismiche.

#Terremotoitalia: il 70% delle case italiane crollerà perchè non a norma anti-sismica.

Un Paese come il nostro, ad alto rischio sismico, disseminato di centri storici antichi costruiti su roccia e calcare,  non può permettersi di avere il 70% delle abitazioni fuori dalle norme anti-sismiche. Quasi 3 edifici su 4, cioè, non sono in grado di reggere l’urto di quella che viene definita la “scossa di riferimento”.
Fuori dai tecnicismi, la scossa di riferimento è il risultato di un’analisi statistica che assegna una media di 475 anni alla possibilità che si verifichi in un luogo un evento sismico la cui intensità varia da chilometro a chilometro.

#TerremotoItalia. Lo SCHIFO dello #sciacallaggio 2.0 . Editoriale di Gerd Dani

Mentre nel Centro Italia si scava a mani nude, nella speranza di trovare ancora sopravvissuti; mentre la conta dei morti continua a salire drammaticamente (al momento, le vittime accertate son 253); mentre l'Italia si trova a fare i conti con la propria impotenza, di fronte a una tragedia simile, su internet si scatenano gli sciacalli 2.0.

#Terremotoitalia, Razzisti e #sciacalli all'attacco, facciamo chiarezza!

Sin da ieri, i soliti continuano a urlare alla vergogna, contro gli immigrati che vengono ospitati all'interno di quelli che definiscono "hotel a 5 stelle", mentre i terremotati verranno ospitati in tendopoli; contro i profughi che, sempre a dire dei meno informati, "prendono 35 euro al giorno dallo Stato". Soldi che, secondo i leoni da tastiera, andrebbero devoluti agli sfollati. Cerchiamo pertanto di fare chiarezza, per non alimentare una battaglia tra disperati che, in un momento in cui servirebbe solidarietà, fomenta soltanto odio ingiustificato.