lunedì 20 ottobre 2014

Ecco i 10 aeroporti peggiori del mondo: c’è anche uno italiano

C’e’ anche un aeroporto italiano tra i 10 scali peggiori del mondo, secondo il sito canadese ‘The guide to sleeping in airports’, rilanciato dalla Cnn, che ogni anno dal 1996 stila una lista dei peggiori e dei migliori aeroporti del mondo intervistando i passeggeri in base a quattro parametri: comfort, convenienza, pulizia e servizio clienti.

LEGGE DI STABILITÀ 2015: LIBERISTA E RECESSIVA

L'allievo ha superato il maestro
 Il prestigiatore Renzi, fin dal liceo chiamato non casualmente «il bomba», ha da tempo superato il maestro Berlusconi. Con la differenza che mentre al puttaniere di Arcore interessava soprattutto la moltiplicazione dei capelli, a lui piace spararle grosse con gli annunci sui miliardi. Che a tal fine conta e riconta più volte. E' questa la spiegazione di una finanziaria che doveva essere di 20 miliardi (md), cresciuti rapidamente a 30 ed infine diventati miracolosamente 36. E nessuno a chiedersi come avrà fatto mai...

BENVENUTI NELL'ANTROPOCENE


Facciamo festa! Evviva! È ufficiale: noi umani siamo entrati in una nuova era geologica, l'Antropocene. Chi avrebbe mai detto che solo una specie tra i milioni esistenti avrebbe raggiunto un simile traguardo?

“Deriva fascista” in casa m5s, Grillo caccia i contestatori del Circo Massimo

m5sDopo la cacciata del sindaco di Comacchio, Marco Fabbri, che ha parlato di “deriva fascista” del Movimento Cinque Stelle, ecco quattro nuove espulsioni.
Si tratta di attivisti che al Circo Massimo hanno organizzato una protesta.

La mappa della formazione stellare in Galassie Primordiali

Alcuni astronomi hanno usato il telescopio APEX per sondare un enorme ammasso di galassie che si sta formando nell'Universo primordiale, scoprendo che gran parte della formazione stellare avviene non solo nascosta dalla polvere, ma anche in luoghi inaspettati. Questa è la prima volta in cui è stato possibile completare un censimento della formazione stellare in un oggetto come questo.

Ennesima vergogna in Abruzzo: truffa nei cantieri antisismici

Ennesima presa in giro per l’Abruzzo nella ricostruzione dopo il sisma del 2009. Non è bastato un imprenditore che nella notte del terremoto già pregustava gli affari d’oro del dopo macerie, e non sono nemmeno bastate le “morti bianche” delle vittime per i crolli avvenuti all’interno degli edifici scolastici (il recente report #impararesicuri di CittadinanzAttiva ne ha contati 37 negli ultimi venti anni).

Isis, il capitalismo globalizzato e la crisi dell’Occidente


La crisi del post comunismo, dopo la caduta del muro di Berlino e la dissoluzione dell’Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche, ha aperto non poche questioni di natura politica e sociale. Il tracollo delle ideologie legate all’esperienza del mondo operaio e alla visione marxiana della vita ha trascinato con sé molti problemi. E persino modelli di comportamento.Alcuni pensano che siano risolvibili con la conservazione del capitalismo, altri, al contrario, che anche la visione classica di questo modello di produzione e di lavoro, sia entrato in crisi irreversibile, trascinato dalle spinte liberistiche alle quali, anche i Paesi un tempo socialisti, sono stati indotti. Ciò è accaduto in un’epoca in cui il capitalismo globalizzato sulla matrice delle sue egoistiche esigenze ha prodotto e produce altra crisi, nuove forme di umiliazione del lavoro, fino a negarne la prospettiva.

la riforma della scuola di Renzi

“Un patto educativo, non l’ennesima riforma”: così il premier Matteo Renzi introduce, su un video pubblicato sul sito passodopopasso, la riforma della scuola. i punti salienti della Giannini-Renzi, stando a quanto annunciato dalla stessa Giannini qualche tempo fa, prevedono 100mila nuove assunzioni nel triennio 2015-2018, l’aggancio dello stipendio degli insegnanti a carriera o merito, la riduzione del precariato, l’aumento dell’orario di insegnamento, una maggiore autonomia per le scuole, la modernizzazione di programmi e competenze, una maggiore alternanza scuola-lavoro per gli istituti professionali e una rivisitazione dell’esame di maturità. Oggi, dopo giorni di anticipazioni, indiscrezioni, desideri e ricostruzioni, il governo ha finalmente rilasciato il rapporto La buona scuola – Facciamo crescere il Paese che contiene, in dodici punti, tutti gli impegni e le idee per rinnovare l’istruzione italiana.