BENVENUTI SU FREE-ITALIA

sabato 29 agosto 2015

Volendo far pulizia tra i messaggi...e......

foto di riccarda balla

Cin.Cin....un brindisi agli amici ed amiche ....da chi comunque non è farina per far ostie...ma vi vuole bene

AZIONE CIVILE: STATI GENERALI DELLA SCUOLA - 5 - 6 Settembre

buonascuola
Azione Civile aderisce e partecipa all’Assemblea Nazionale degli Stati Generali della Scuola il 5 e 6 Settembre a Bologna.
L’Area Scuola del movimento esprime profonda preoccupazione per la deriva antidemocratica verso la quale il pessimo testo che il presidente del Consiglio ha avuto il coraggio di chiamare “La buona scuola” spinge la scuola pubblica.
Questa ha l’alto compito istituzionale di formare i futuri cittadini attraverso il raggiungimento del pieno sviluppo della persona come richiesto dall’Art. 3 della Carta Costituzionale.
Il provvedimento, varato dal Governo e fatto approvare in fretta e furia dalle Camere, non ha minimamente tenuto conto del vasto movimento di protesta e dissenso che da mesi agita la società civile e i lavoratori della scuola, ed è il frutto di una totale mancanza di confronto con le parti sociali.
Questa legge viene imposta dall’alto e per questo motivo la respingiamo come “riforma”.
La buona scuola” viola la nostra Costituzione nell’art. 2 (La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.); nell’art. 3, comma I (Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge); nell’art. 33 (L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento); nell’art. 34 (perché se la scuola pubblica è aperta a tutti, l’obbligo scolastico deve salire a 18 anni); nell’art. 41 (La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali); nell’art. 97 (I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione. […]. Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso.
La legge Giannini-Renzi danneggia irrimediabilmente la Scuola Pubblica Italiana in quanto organo costituzionale dello Stato, mina nel profondo la libertà di insegnamento mortificando i docenti nella loro professionalità, non aggiunge interventi significativi per gli studenti, non produce alcun investimento economico sulla scuola e non risolve il problema del precariato. Inoltre lega l’assunzione dei precari storici (che è un obbligo imposto dalla Corte di Giustizia europea) al testo di legge come strumento ricattatorio.
Questa legge ha ricadute sociali pesantissime, essa acuisce lo squilibrio e la disuguaglianza dei risultati tra Nord e Sud con interventi privatistici, che di fatto sono legati al contesto sociale ed economico dei territori in cui sorgono le varie scuole ed al potere del “preside manager”.
Azione Civile si impegna con forza in tutte le azioni necessarie in difesa di una scuola pubblica e laica chiedendo il rispetto della Costituzione repubblicana.
Area Scuola di Azione Civile

martedì 25 agosto 2015

Nuvole ed esseri umani...

foto di riccarda balla
Dubito, faccio paragoni
Eppure l’intelligenza mi opprime
Non so addestrare le nuvole
Non so essere leggero
(Donato Di Poce)

lunedì 24 agosto 2015

RIFLESSIONI SULLA DEMOCRAZIA E "IL SISTEMA"

La resa incondinziata di Tsipras (chi, a Sinistra, nega che si sia trattato di resa è incapace di interpretare la realtà) non solo sancisce l'inriformabilità dei trattati di una UE soggetta al ordoliberismo ma ci riporta tutti sulla terra, cancellando sogni e illusioni, dimostrando l'impossibilità - dentro il sistema di potere globale – di governare a vantaggio dei cittadini e dei ceti deboli.

Partito di Rifondazione Comunista: FORMAZIONE PROFESSIONALE

Comunicato



Formazione professionale: da salvare, riqualificare e rilanciare

Migliaia di lavoratori della formazione professionale in Sicilia rischiano di perdere il posto di lavoro, o comunque di andare ad ingrossare l’esercito dei precari a vita.

Ma....che fine hanno fatto i Galantuomini?

"Mi toccherà ballare"...(morto a 39 anni....usando il termine suicida....forse improprio...)


 Nel 2004 racconta e ricorda il barone Anronio Pucci, anni 81...e splendida tempra che : il 18 luglio del 1948. «Con i miei amici Raimondo Lanza di Trabia e Stefano La Motta - andammo dal presidente della Regione Alessi - per chiedergli i soldi per il Giro di Sicilia. Lui ci disse che saremmo dovuti passare anche da Caltanissetta ed Enna e ci diede 4 milioni. Avanzarono 800.000 lire e tornammo per restituirle. Lui ci disse di fare un'altra manifestazione e così riprese la Monte Pellegrino». Vinse il barone Stefano La Motta con la CISITALIA in 6'50".

sabato 22 agosto 2015

Guida al Nuovo libretto unico auto

Attesa novità per gli automobilisti, è in arrivo un nuovo documento unico per la circolazione dei veicoli sulle strade italiane che manderà in pensione il vecchio libretto di circolazione.
La nuova carta racchiuderà in un unico foglio sia il Libretto di Circolazione rilasciato fino ad adesso dalle Motorizzazioni Civili presenti, sia il Certificato di Proprietà rilasciato invece dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA). L'innovazione viene introdotta a seguito di una più generale riforma del sistema della Pubblica Amministrazione, volta a semplificare le procedure esistenti e a ottimizzare tempi e modi.

Il disordine mondiale

La crisi in corso non è solo finanziaria ma coinvolge anche aspetti politici, sociali e militari in un gioco di scacchi perverso e infinito. Dunque, la sua soluzione non può prescindere dall’esame anche degli aspetti geopolitici, per capire cosa stiamo rischiando.