martedì 23 settembre 2014

La poesia non è di chi la scrive” Pablo Neruda Mi piace quando taci perchè sei come assente....











Il 23 settembre del 1973, a pochi giorni di distanza dal golpe di Pinochet e dalla tragica morte del presidente Allende, moriva il poeta cileno Pablo NerudaPremio Nobel per la letteratura nel 1971, Neruda fu riconosciuto uno dei poeti più rilevanti del panorama sudamericano del XX secolo, ma fu universalmente famoso ed apprezzato.
Nato a Parral sessantanove anni prima, nel 1904, in una modesta famiglia, a soli diciannove anni scrisse e pubblicò, sotto lo pseudonimo di Pablo Neruda, la sua prima raccolta di versi Veinte poemas de amor y una canción desesperada.
In Italia, la figura di Neruda è collegata al popolare film "Il postino", benché il vero protagonista del film non sia il poeta ma il pescatore impersonato da Massimo Troisi.

 


Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca.
Sembra che gli occhi ti sian volati via
e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca.
Sembra che gli occhi ti sian volati via
e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Poiché tutte le cose son piene della mia anima
emergi dalle cose, piene dell'anima mia.
Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima,
e rassomigli alla parola malinconia.

Mi piaci quando taci e sei com


E stai come lamentandoti, farfalla turbante.
E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge:
lascia che io taccia col tuo silenzio.

Lascia che ti parli pure col tuo silenzio
chiaro come una lampada, semplice come un anello.
Sei come la notte, silenziosa e costellata.
Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piaci quando taci perché sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Allora una parola, un sorriso bastano.
E son felice, felice che non sia così.

Poiché tutte le cose son piene della mia anima
emergi dalle cose, piene dell'anima mia.
Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima,
e rassomigli alla parola malinconia.

Mi piaci quando taci ealla turbante.
E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge:
lascia che io taccia col tuo silenzio.

Lascia che ti parli pure col tuo silenzio
chiaro come una lampada, semplice come un anello.
Sei come la notte, silenziosa e costellata.
Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piaci quando taci perché sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Allora una parola, un sorriso bastano.
E son felice, felice che non sia così.

Incidente sulla Palermo-Catania, morta ragazza di 17 anni

i Palermo. Una ragazza di 17 anni ha perso la vita tra Buonfornello e Termini Imerese. La sua auto si è scontrata con un’altra vettura e poi si è ribaltata. Per lei non c’è stato niente da fare. E’ successo al chilometro 36,800, nei pressi dello svincolo di Buonfornello. Chiusa al traffico la carreggiata in direzionePalermo.
La ragazza si chiamava Ivelise Zoppis, spagnola. Era insieme alla madre, originaria del Sudafrica, e al fratellino che si trova ricoverato in gravi condizioni. La madre è stata trasportata al San Raffaele Giglio di Cefalù  e un’altra giovane al nosocomio di Termini Imerese. La famiglia era in Sicilia insieme al cast del “Circo degli Orrori”, che dal 26 settembre si esibira’ a Palermo.
Il ragazzino è stato trasportato d’urgenza in elisoccorso all’ospedale Civico: è stato rianimato e intubato dai medici del 118. Sono intervenuti sul posto, oltre agli operatori del 118, il personaledell’Anas e la polizia stradale. Il traffico è stato deviato allo svincolo della Zona Industriale.

Il Senso dell'informazione libera e indipendente

Che senso ha, o avrebbe, fare informazione libera e indipendente nel 2014?

La globalizzazione e le sue conseguenze economiche: l'aumento vertiginoso delle disegugalianze sociali

La globalizzazione rappresenta uno stadio terminale in quanto sta portando il sistema economico odierno al collasso industriale e finanziario.

Le guerre degli imperi riluttanti

Un secolo è trascorso dalla Prima Guerra Mondiale, quella che alcuni definiscono la Grande Guerra e ancora pochi qualificano come dovrebbe: il grande massacro dei popoli europei.

lunedì 22 settembre 2014

Le insostenibili leggerezze del Jobs Act

La riforma del lavoro di Giuliano Poletti n. 78 (comunemente chiamato Jobs Act) potrebbe violare il diritto comunitario[1]. Lo hanno segnalato in molti a partire da Giugno: l’Associazione giuristi democratici, il sindacato Usb. In agosto anche la CGIL ha deciso di farsi sentire presso la Commissione Ue. La Cgil, così come chi l’ha preceduta, insiste su un punto in particolare: la legge 78, eliminando l’obbligo di indicare una causale nei contratti a termine, “sposta la prevalenza della forma di lavoro dal contratto a tempo indeterminato al contratto a tempo determinato, in netto contrasto con la disciplina europea che, al contrario, sottolinea l’importanza della … stabilità dell’occupazione come elemento portante della tutela dei lavoratori”[2].

L’italiano? Non è la nostra lingua ufficiale

italiaPare incredibile, eppure la lingua di Dante, Manzoni e dei più grandi autori che hanno costellato la storia d'Italia, non è quella ufficiale del nostro paese.

Nuove conferme per le terapie con cellule staminali

Per molti specialisti, le cellule staminali rappresentano una concreta promessa per la cura di malattie gravi come la sclerosi multipla, gli ictus o le lesioni del midollo spinale.